jQuery(function($){ $('.logo_container a').attr('href','http://www.alessioredaelli.eu/en_GB/home/'); });

Medicina Estetica – I peelings nella cura delle ipermelanosi (macchie)

Uno degli aspetti di maggior interesse nella cura dell’estetica del viso è sicuramente rappresentata dal colore della pelle. In vari momenti della vita possono comparire iperpigmentazioni cutanee come in gravidanza, come esito di un trauma o con l’avvicinarsi dell’età…..matura.Uno spesso strato superficiale di cellule morte provoca una pelle ruvida e vecchia. Se queste cellule vengono rimosse otterremo un aspetto sicuramente più lucente, giovane e ben curato. La cute sarà più levigata e con una pigmentazione più uniforme.
Quando una paziente entra nel mio studio e mi chiede un parere, sicuramente antepongo a tutto la cura della pelle.
In questo campo i peelings rappresentano una terapia vincente!
Praticamente si tratta di “pelare” la pelle con degli acidi, togliendo così anche le macchie.

I peelings possono essere dosati nella loro profondità di azione e possono quindi essere divisi in:

  • —->  Peelings superficiali:
  • Acido glicolico
  • Soluzione di Jessner
  • Acido salicilico
  • Acido piruvico
  • Maschera alla tretinoina
  • —->  Peelings medi:
  • Soluzione di Jessner
  • Acido tricloroacetico
  • Blu peel e yellow peel
  • —->  Peelings profondi:
  • fenolo
  • Acido tricloroacetico

Questi sono i peelings che personalmente uso più frequentemente.

E’ fondamentale,dopo i peelings, proteggere la cute soprattutto in primavera ed in estate. Maggiori precauzioni devono usare le persone dalla cute chiara.

Sono in commercio creme apposta che fungono da schermo totale e contemporaneamente da idratanti.

Evitate lunghe esposizioni ai raggi U.V. poiché gli U.V.B provocano eritemi cutanei, mentre gli U.V.A penetrano in profondità e possono danneggiare il derma