jQuery(function($){ $('.logo_container a').attr('href','http://www.alessioredaelli.eu/en_GB/home/'); });

Sulla depilazione laser probabilmente sono stati scritti fiumi di parole e articoli, su questo argomento, ne potete trovare in quantità.Non parliamo di quello che potete trovare su internet.
Prima di tutto conviene ricordare che i laser di classe 4’, i più efficaci nella depilazione, possono essere manipolati solo da medici, e meglio se da medici esperti in questo campo.
Devo inoltre precisare che si parla spesso di depilazione definitiva, ma in realtà si tratta di una depilazione molto duratura, ma non eterna.
Infatti col passare degli anni qualche pelo tende a riapparire e sono necessarie sedute di ritocco.
In media, comunque, il risultato è solitamente buono per molti anni, dai 6, 7 sino anche a dieci anni!
Personalmente io uso da anni il laser a Neodimio- Yag, che permette una depilazione molto efficace.
Inoltre il laser che uso, ha un sistema di raffreddamento integrato che permette di evitare assolutamente tutti idanni da calore ed ustioni di qualsiasi genere.
Oltre a questo si una un gel particolare che ha una azione anch’esso di raffreddamento, assai utile ed anche piacevole.
È fondamentale che siano trattati i peli scuri, meglio se neri, in quanto questo tipo di laser “legge” come cromoforo il marrone scuro o il nero.
Se i peli sono bianchi o biondi, il laser non avrà effetto.
Possono essere trattati tutti i peli, ma sono particolarmente sensibili quelli delle ascelle, quelli inguinali, quelli del dorso o del torace specie dell’uomo.
Ma anche le gambe e le cosce possono essere trattate con ottimi risultati, i baffetti del labbro superiore e così via.
L’energia laser distrugge selettivamente il follicolo pilifero, che contiene melanina e quindi può essere efficacemente letto dalla luce laser.
In una seduta non è possibile eliminare la totalità dei peli, perché si trovano in momenti vitali diversi.
In ogni seduta infatti, possiamo eliminare una percentuale di peli che va dal 25 al 50% circa.
Infatti solo i peli in fase di crescita attiva (fase anagen) saranno sensibili al trattamento.
(ulteriori notizie sul ciclo di crescita del pelo: clicca qui)
Per ottenere in risultato buono, possiamo avere quindi bisogno di 3,4 sino anche a 7 o 8 sedute.

Come si svolge una seduta:
Alla prima visita, dovremo chiacchierare un poco, per fare una accurata anamnesi e per vedere insieme le indicazioni, le possibilità di risultati, e indicativamente le tempistiche.
Sarà quindi firmato un consenso informato che permetterà a me di non dimenticare nulla, e al paziente di sapere le cose più importanti.
Si deciderà quindi indicativamente il numero di sedute e l’intervallo tra una seduta e l’altra.
Il paziente non deve essere abbronzato e non dovrà abbronzarsi per almeno 30 giorni.
Il paziente deve depilarsi tramite rasoio 24 ore prima di essere sottoposto alla seduta. Il pelo dovrebbe affiorare dalla pelle di circa 1 mm, e si dovrebbe “leggere” passandoci sopra la mano.
La durata di una seduta è variabile, a seconda della estensione della zona da trattare, della pazienza del paziente (e spesso del medico!), della quantità di peli da trattare, ma in linea di massima può durare da 10 minuti sino anche ad un’ora.
Non vi sono ovviamente pericoli di sovradosaggio.
Normalmente il dolore è assolutamente sopportabile, anche se chi ha peli molto fitti e di grosso calibro può avvertire una sensazione di bruciore un poco maggiore.
Alla fine del trattamento è possibile vedere un blando eritema che di norma scompare nel giro di qualche ora.
Raramente è possibile vedere qualche crosticine che scompare nel giro di pochi giorni.

Come bisogna comportarsi dopo il trattamento?
Per almeno un mese non ci si può esporre al sole né fare lampade solari.
Io normalmente prescrivo una crema idratante all’acido ialuronico, ma se si avverte un poco di bruciore si può applicare anche una crema cortisonica per un giorno o due.

Autore: Alessio Redaelli